fbpx

Fare lead generation con Google ADS

  • Lead Generation
  • 29 Luglio 2021
  • La Redazione di 4Dem
  • 3 minuti

Google ADS permette di avviare campagne pubblicitarie molto efficaci, quando se ne crea una si può selezionare l'obiettivo da raggiungere, uno tra questi è la lead generation.

Ma come si può unire Google ADS alle efficaci comunicazioni create con 4Dem?

Fare-lead-generation-GoogleADS

Consigli su Google ADS

Google ADS permette di creare gruppi di annunci che condividono obiettivi simili. Solitamente è utile averne da 3 a 5 diversi in un gruppo di annunci, in questo modo Google ADS, mostrerà in automatico quelli con maggior rendimento.

È anche importante incoraggiare i possibili clienti a compiere un’azione scrivendo una CTA nel testo. Questa deve essere d’impatto ed indicare ai possibili clienti esattamente cosa troveranno una volta cliccato sul link proposto. Un esempio potrebbe essere “clicca qui per ottenere il tuo buono sconto del 15% sul tuo prossimo acquisto”, in questo modo l’utente sa perfettamente cosa otterrà una volta cliccato sul link.

Inoltre scrivendo una CTA che si avvicina il più possibile alle keywords verticali scelte per il tuo business, eviterai di pagare i clic che hanno meno possibilità di convertire

Crea ora la tua landing page con 4Dem e sfrutta il potenziale di Google ADS per far “atterrare” più utenti sulla tua landing page.

Tre regole per convertire più utenti

Per provare a convertire più utenti si possono seguire tre semplici regole.

  1. La prima riguarda sicuramente le informazioni dell’azienda, queste devono essere facili da individuare e devono “rassicurare” l’utente sull’affidabilità del servizio offerto.
  2. La seconda consiste nel far trovare all’utente esattamente ciò che sta cercando, quindi dovrà trovare un link o un contenuto molto facilmente all’interno della pagina. Questo oltre a migliorare la navigabilità del sito può ridurre il bounce rate, ovvero la percentuale di utenti che abbandonano la pagina dopo pochi secondi, perchè non soddisfatti di ciò che trovano all’interno.
  3. L’ultima regola riguarda richiesta di informazioni, come ad esempio una mail per essere ricontattati. In questo caso il motivo di queste richieste deve essere sempre chiaro, come ad esempio l’iscrizione ad una newsletter oppure ottenere un particolare servizio via mail, ad esempio uno sconto o un contenuto riservato. Inoltre i moduli devono essere semplici da compilare, in modo che l’utente possa lasciare le proprie informazioni in breve tempo e senza ripensarci durante la compilazione.

Come fare a registrare poi effettivamente i lead e renderli utilizzabili per le successive attività di conversione, dopo aver lanciato delle campagna su Google ADS? La risposta è: integrare Lead Plus all’interno del page builder di 4Dem, per creare dei form personalizzati, su pagine web leggere e semplici da configurare.
Fare-lead-generation-GoogleADS

Integrare Lead Plus all'interno di 4Dem

Il primo passo è quello di accedere alla console di 4Dem, successivamente bisogna cliccare il pulsante "Lead Plus". Una volta all'interno si aprirà una finestra in cui è possibile dare un nome alla campagna e una lista da associare.

La pagina successiva permette di selezionare la data e l'ora di inizio e fine della campagna in questione. Dopo aver deciso il periodo di attività della campagna, potrai scegliere l’obiettivo del form di conversione tra quattro:

  1. Sconto, riserva uno sconto ai tuoi iscritti;
  2. Download, riserva un contenuto scaricabile ai tuoi iscritti;
  3. Newsletter, richiede la mail per fare in modo che l'utente si iscriva alla newsletter;
  4. Recontact, gli utenti interessati lasciano il loro contatto per essere ricontattati.

Successivamente è possibile selezionare il gruppo di siti web, nella sezione subito dopo è possibile scegliere se aggiornare un contatto già iscritto o segnalarlo come errore, nel caso in cui risultasse già iscritto.

Nella sezione successiva sono disponibili 4 modelli di form:

  1. Embedded form, può essere inserito in un punto specifico della pagina;
  2. Top bar, può essere inserito in alto o in basso della pagina;
  3. Pop over, crea un effetto pop up appena si entra nella pagina;
  4. Scroll box, può essere inserito in basso a destra o sinistra della pagina.

Infine potrai selezionare uno dei 12 modelli disponibili e personalizzarne colori e le richieste, decidendo quali campi far compilare agli utenti. (es. mail, data di nascita, nome...).

Conclusioni

Utilizzare Google ADS per creare degli annunci e far “atterrare” gli utenti sulla propria landing page creata con 4Dem, è sicuramente un efficace metodo per far arrivare nuovi utenti sulla propria pagina.

Successivamente si possono richiedere alcune informazioni, come la mail, per convertire l’utente in lead e inserirlo in una lista personalizzata all’interno di 4Dem, tentando poi di convertirlo con delle comunicazioni personalizzate.

 

Cosa aspetti, inizia anche tu a migliorare il tuo business integrando Google ADS con 4Dem clicca qui!

La Redazione di 4Dem

La Redazione 4Dem si impegna ogni giorno nel creare contenuti di valore per i lettori. Che tu sia alle prime armi o un Marketers navigato, troverai negli articoli tante risposte utili!
Cattura. Coinvolgi. Converti
Prova subito 4Dem e fai decollare il tuo business!
ATTIVA GRATIS
Ti piacciono i nostri articoli?
Non perdere neanche un post: ricevi gratis gli aggiornamenti su Email ed SMS Marketing, Lead generation e digital marketing!
Ti abbiamo incuriosito? Prova la piattaforma!

L’account freemium è gratis per sempre!