fbpx

E-mail temporanee: cosa sono e come difendere le liste d'invio

  • Email Marketing
  • 16 Settembre 2019
  • Francesco Suriano

L'utilizzo di indirizzi email temporanei è sempre più diffuso per iscriversi a portali e newsletter, questo comporta database "sporchi" e statistiche falsate.

Cosa sono le e-mail temporanee

Una email teporanea è una casella di posta che può essere generata senza iscrizione, semplicemente digitando ciò che vogliamo visualizzare prima della chiocciola.

Utilizzando una email provvisoria, si ha accesso ad una casella di posta in grado di ricevere e visualizzare e-mail in entrata e in alcuni casi anche di effettuare invii anonimi.

Le caratteristiche principali di queste e-mail usa e getta sono:

  • Scadenza e quindi cancellazione dopo un periodo di tempo prestabilito
  • Nessuna registrazione o creazione di account richieste

A scopo di approfondimento cito alcuni dei servizi più conosciuti che sono temp-mail.org, dropmail.me e guerrillamail.com.

 

Come vengono utilizzate le email provvisorie

Gli indirizzi email temporanei sono utilizzati per non fornire la propria email.

Spesso capita che venga richiesto un indirizzo email per accedere ad un contenuto gratuito o per ottenere un codice sconto. Dato che i sistemi riconoscono le email fasulle, ecco che nasce la necessità di avere una email provvisoria.

I casi per i quali l'utilizzo di indirizzi email temporanei è più frequente sono:

  • Creazione di più account per lo stesso sito o servizio
  • Download di coupon o codici sconto
  • Accesso a contenuti che vengono offerti gratuitamente in cambio dell'indirizzo e-mail

L'utilizzo di questi servizi è sicuramente comodo su siti poco affidabili o sospetti. Sono però un problema per chi con le email e le newsletter lavora in maniera onesta e corretta.

Come proteggere le liste dalle email temporanee

Per chi fa email marketing e ha lavorato sodo per creare delle liste ben targettizzate e performanti questi indirizzi email temporanei diventano un problema che va gestito.

Avere indirizzi email usa e getta nelle liste d'invio genera statistiche falsate in quanto una volta scaduta, la casella non sarà più in grado di ricevere email.

Per difendersi quidni dall'utilizzo di email provvisorie consiglio di agire come segue:

  1. Utilizza piattaforme di email marketing professionali come 4Dem che impiegano sistemi di prevenzione, riducendo del 90% la possibilità di inserire indirizzi momentanei grazie a blacklist sempre aggiornate.
  2. Di tanto in tanto verifica le statistiche di apertura e di bounce relativi agli invii così da notare indirizzi particolarmente inattivi o che non possono ricevere le tue newsletter. Una volta scovati basterà eliminarli dalla lista per tenerla pulita e ordinata.

Ci sono casi in cui l'impiego di questa tipologia di servizio è salutare e casi in cui è decisamente scorretto, la scelta va a chi decide se utilizzarle o meno.

Francesco Suriano

Da quando ho scoperto il Digital e la SEO me ne sono innamorato e li ho trasformati nel mio lavoro!
Cattura. Coinvolgi. Converti
Prova subito 4Dem e fai decollare il tuo business!
ATTIVA GRATIS
Ti piacciono i nostri articoli?
Non perdere neanche un post: ricevi gratis gli aggiornamenti su Email ed SMS Marketing, Lead generation e digital marketing!
Ti abbiamo incuriosito? Prova la piattaforma!

L’account freemium è gratis per sempre!