fbpx

Email marketing: la guida completa di 4Dem [2022]

  • Email Marketing
  • 12 Settembre 2022
  • La Redazione di 4Dem
  • 10 minuti

L’email marketing è uno strumento imprescindibile nel 2022 per realizzare i nostri obiettivi di marketing. Leggi ora la guida aggiornata sul nostro sito.

email-marketing

Cos’è l’email marketing

L'email marketing è una delle principali tecniche di marketing utilizzate al giorno d’oggi per convertire i lead in clienti. 

Essendo un canale diretto, permette di comunicare digitalmente con tutti quegli utenti interessati alle nostre attività online. Effettuare poi una buona segmentazione è fondamentale, se si vogliono ottenere risultati importanti.

Integrare l'email marketing nelle tue strategie di comunicazione ti consentirà di effettuare invii massivi, fidelizzando la tua audience, aumentando il numero di vendite e migliorando l'immagine del tuo brand. Con un investimento minimo, il profitto che otterrai può essere immenso!

Ma scopriamo come fare email marketing in questa guida completa e aggiornata al 2022!

Come fare email marketing nel 2022

email-marketing

Prima di iniziare bisogna tenere presente che l'email marketing può essere utilizzato con una triplice funzione: 

  • per dare visibilità a un prodotto o un servizio in una campagna outbound;
  • per essere utilizzato all’interno di una strategia di inbound marketing;
  • durante il processo di acquisto e conversione, nella fase di lead nurturing.

Ma come si può fare email marketing in modo ottimale e, soprattutto, adattandolo alla nostra specifica campagna?

Continua a leggere per scoprirlo!

Poniti un obiettivo “intelligente"

Per definire gli obiettivi che ci proponiamo con la nostra campagna di email marketing, è fondamentale capire fin da subito quale risultato vogliamo ottenere e a quale tipologia di pubblico vogliamo rivolgerci. 

Oltre alle nostre intenzioni e al tipo di destinatario, dobbiamo cercare di definire il punto in cui vogliamo arrivare in ​​modo concreto e quantitativo. Attraverso un obiettivo SMART potremmo per esempio decidere di aumentare del 20% le vendite di un determinato prodotto presente sul nostro e-commerce entro il trimestre corrente.

obiettivo SMART

Raccogli contatti

Una delle chiavi principali per realizzare una strategia di email marketing risiede, in larga misura, nella creazione del database. Bisogna infatti comprendere quali saranno i destinatari che riceveranno le nostre email. Per raggiungere questo obiettivo possiamo utilizzare i seguenti metodi.

  • Form e landing page: in una strategia di digital marketing, la landing page è una pagina realizzata appositamente per raggiungere un obiettivo, che può essere ad esempio, quello di acquisire nuovi utenti, facendo scaricare loro dei contenuti tramite l'iscrizione alla newsletter. Qualunque sia l’obiettivo della landing page, è importante che sia costruita e concentrata sull'obiettivo, per portare l’utente a rilasciare i suoi dati all’interno di un form di contatto.

Se vuoi creare una landing page perfetta, ecco i consigli che devi seguire secondo 4Dem!

landing-page

  • Lead magnet: per convincere il nostro contatto a rilasciare i suoi dati, è bene ritagliarsi del tempo per creare un lead magnet, ovvero un contenuto di qualità e gratuito da offrire a chi decide di compilare il form. Solitamente si tratta di ebook, codici sconto, corsi, demo e consulenze gratuite. Il lead magnet, oltre a dare valore al nostro prospect, regalerà maggior fiducia e autorevolezza al nostro brand.
  • Permission marketing nell’email marketing: il permission email marketing presuppone un consenso esplicito dell’utente a ricevere informazioni, comunicazioni e materiali promozionali da un mittente autorizzato. Ma come si ottiene? Facile! Inserendo nel form di contatto:
    • un link legato alla Privacy Policy del proprio sito;
    • una checkbox per il rilascio volontario del consenso dell’utente.
  • Inoltre è necessario ormai, secondo il GDPR, utilizzare la procedura obbligatoria del double opt-in, il sistema di verifica degli indirizzi email, che si attiva dopo aver compilato il form di iscrizione.

Gestisci le liste

gestione-liste

La gestione dei contatti all’interno di una strategia di email marketing è importante per definire i contatti presenti nel database.
Prima di tutto dovresti assicurarti di avere un archivio ben pulito, controllando di non avere contatti duplicati. Poi, dovresti ricordarti di inserire sempre un link di disiscrizione all’interno della tua email personalizzata per permettere agli utenti di cancellarsi dalla tua mailing list in qualsiasi momento. Un’altra pratica da adottare, potrebbe essere quella relativa ai campi personalizzati: inserire tutte le informazioni sui tuoi utenti ti aiuterà a profilarli in maniera più precisa e dettagliata.

Se vuoi approfondire l'argomento, abbiamo scritto un articolo su come gestire una lista con 4Dem.

Tag comportamentali

Se desideri effettuare una profilazione dei tuoi contatti, non puoi fare a meno di conoscere le loro preferenze e interessi. Un valido aiuto per la profilazione del database può essere dato dall’utilizzo dei  tag comportamentali, grazie ai quali potrai conoscere le preferenze dei tuoi iscritti sulla base dei click effettuati all’interno delle comunicazioni inviate in precedenza.

Come creare campagne email marketing

In una campagna di email marketing il modello che utilizzi nei tuoi invii è fondamentale. Per questo, il nostro consiglio è di dedicare il tempo necessario all'elaborazione dei propri modelli, poiché una volta definiti, sarà sufficiente modificare il testo e le immagini. Ma quali sono gli elementi da inserire in una campagna di email marketing efficace e ben curata?

email-marketing-efficace

Gli elementi per una email che converte

In questo paragrafo, ti mostriamo tutti quegli elementi che non dovrebbero mai mancare all’interno di una email coerente e funzionale. 

  • Mittente: Inserire il mittente nelle newsletter è fondamentale. Prima di tutto è necessario assicurarsi che le comunicazioni diano una sensazione sicura: come quella di essere mandate da un “essere umano” e non da un robot. Le email inviate da una persona reale, infatti, hanno maggiori probabilità di essere aperte e lette. 
  • Oggetto: rappresenta insieme al mittente, la prima cosa che l’utente legge quando controlla la sua casella di posta. Un oggetto clickbait, breve e coinciso, può aumentare sicuramente il tasso di apertura delle tue email! Puoi anche utilizzare delle simpatiche emoticon per catturare l’attenzione del tuo interlocutore e convincerlo ad aprire la comunicazione.
  • Preheader: è il terzo elemento che viene visualizzato dal destinatario dopo il mittente e l’oggetto. Il preheader è un breve testo che ha il compito di far capire all’utente di che cosa tratterà l'email.
  • Footer: può sembrare scontato, ma avere un footer ben curato può fare la differenza nel design di una email. Esso solitamente contiene informazioni di valore e altre, obbligatorie, che possono spingere l’utente a svolgere un’azione. 

Content email marketing

Abbiamo parlato di come ottimizzare un’email dal punto di vista “tecnico”, adesso però, tocca alla parte più creativa: l’art e il copy!

content-email-marketing

Scegliere un design può essere difficile se non si hanno basi grafiche o si crede di non essere abbastanza bravi in materia. Per questo motivo, 4Dem utilizza dei template newsletter predefiniti per velocizzare le tue comunicazioni. Questi modelli responsive sono facilmente personalizzabili e contengono al loro interno immagini, testi e colori che puoi facilmente utilizzare e/o cambiare. 

Anche il contenuto testuale rappresenta un elemento fondamentale all’interno di una campagna di email marketing.
Suddivisione in paragrafi, grassetti, call to action sono almeno tre degli elementi che non possono assolutamente mancare all’interno di un copy chiaro e persuasivo.

Se vuoi approfondire questo argomento, noi di 4Dem abbiamo scritto un articolo fantastico sulle 5 regole per scrivere newsletter di successo!

Statistiche e tassi importanti

Analizzare tutte le informazioni a disposizione è indispensabile per migliorare le nostre campagne email. Ma quali sono le statistiche email marketing da monitorare? 

  1. Click Through Rate. Questo dato indica la percentuale di click dei link effettuati all’interno della tua comunicazione. I link possono essere inseriti all’interno di testi, immagini e bottoni.
  2. Dispositivi utilizzati. Un'altra informazione molto utile è sapere da quale mezzo (se smartphone, tablet o PC) i nostri potenziali clienti consultano le loro email. 
  3. Il contenuto. Dall'analisi dei contenuti potremo sapere quali link, pulsanti o immagini hanno ricevuto più click e, quindi, maggiore interazione.

Esistono altre statistiche email che possono essere misurate, ognuna delle quali hanno un significato diverso in base ai dati che riportano.

In merito a questo abbiamo scritto un articolo sul significato delle statistiche che puoi trovare all’interno di un software di email marketing.

statistiche-email-marketing

Se vuoi approfondire ulteriormente abbiamo scritto un articolo su quali sono i principali kpi per l’email marketing da monitorare all’interno di una campagna di email marketing!

Errori email marketing da evitare

Vi sono molteplici errori che si compiono durante la realizzazione di una email. In questo paragrafo ne elenchiamo alcuni:

  • non definire un obiettivo specifico a priori;
  • scrivere contenuti troppo brevi o troppo lunghi;
  • utilizzare la stessa comunicazione per tutti gli iscritti;
  • perdere il focus del discorso;
  • inserire un oggetto generico e non coinvolgente.

Se vuoi scoprire tutti gli errori da non fare, puoi leggere come evitare di commettere errori nell’email marketing

Quali sono i vantaggi dell’email marketing?

vantaggi-email-marketing

Quando si lavora con l'email marketing, è importante tenere sempre presente che tutto si basa sulla cura delle relazioni con i propri lettori. Soprattutto, perché così facendo, nessuno di loro prenderà in considerazione l'annullamento dell'iscrizione ai tuoi invii. Per ora, ti indichiamo i principali vantaggi di questo incredibile canale di comunicazione:

  • Segmentazione: la segmentazione è fondamentale per inviare agli utenti comunicazioni personalizzate sulla base dei loro interessi. Pensare alle loro preferenze e interessi, fonte di abbonamento e cronologia degli acquisti, ti aiuterà a generare conversioni e, quindi, aumentare le tue vendite. Ecco perché distinguere le campagne per tipologia di consumatori è importante!
  •  Raccolta dati e statistiche: è essenziale prestare attenzione agli utenti che rispondono a ciascuno dei tuoi invii, soprattutto perché si tratta di potenziali clienti che potresti  convertire in vendite. Non smettere di invitare i tuoi lettori a risponderti, a darti la loro opinione e a valorizzare sempre l'importanza di ottenere nuovi dati da ciascuno di loro!
  • Investimento minimo: l'automazione delle spedizioni e la facilità di utilizzo di strumenti di email marketing ti permetteranno di realizzare campagne con un investimento minimo, sia in termini economici che di tempo. Inoltre grazie alle loro funzionalità potrai testare le tue comunicazione attraverso l’A/B test e raggiungere tutti i contatti con le pratiche di permission marketing integrate nel software!

Tipologie di invii nell’email marketing

Esistono varie tipologie di campagne che ti permettono di raggiungere il target di riferimento a seconda dell'obiettivo che stai perseguendo e del target che vuoi cercare di “sedurre”. Questi sono i principali tipi di email che puoi implementare nella tua strategia di email marketing:

  • Newsletter: sono comunicazioni più generiche e abituali dove puoi affrontare argomenti diversi, offrendo contenuti relativi ai tuoi prodotti, facendo eco sugli ultimi successi raggiunti dalla tua azienda e rivedendo i principali contenuti pubblicati sul tuo blog. 

newsletter

  • Email promozionali: sono comunicazioni che ci aiutano a concentrarci su prodotti specifici. Ad esempio, possiamo usarle per promuovere la pubblicazione di contenuti gratuiti che abbiamo creato (come un ebook o un video tutorial) o per incoraggiare la vendita con un'offerta esclusiva.
    Il loro obiettivo è la conversione e richiede una corretta segmentazione per indirizzare con certezza il pubblico interessato a ciò che offriamo.
  • Email transazionali: rappresentano generalmente le email più aperte e più lette, perché generano fiducia e sicurezza nel consumatore. Non sono altro che notifiche automatiche di conferma che si attivano quando un utente compie un’azione. Di solito fanno riferimento all’acquisto di un prodotto online.

Email marketing automation

L'email marketing automation è una strategia legata al mondo del digital marketing che prevede l'utilizzo di messaggi programmati. Questi, in maniera automatica, verranno inviati a una determinata lista di contatti. Attraverso l'utilizzo dell'email marketing automation, sarà possibile creare un rapporto unico e diretto con la propria audience. Infatti, potrai inviare in maniera mirata determinate informazione sui tuoi beni e servizi in vendita, coinvolgendo l'utente in nuove offerte o comunicazioni ad hoc per lui. 

Flussi di email marketing

flussi-email-marketing

I flussi automatici sono una serie di messaggi automatici impostati preventivamente che si attivano all’avverarsi di un certo evento. Ad esempio esistono:

  • Email di benvenuto: rappresenta la prima email che una persona riceve quando diventa un lead. Anche se pensi che non sia rilevante, la welcome email è una comunicazione che segnerà la voglia e l'atteggiamento con cui aspetteranno le nostre prossime spedizioni. Cogliere l'occasione per mostrare gratitudine e fornire informazioni chiave su chi siamo è fondamentale in questo tipo di email.
  • Email stagionali: sono email che vengono inviate in date specifiche, come ad esempio a Natale, al Black Friday o a San Valentino. Anche le email di buon compleanno sono perfette per far sentire unico il tuo destinatario: offrire un codice sconto con validità limitata nel tempo è sempre una buona occasione per cercare di effettuare una conversione.
  • Email per clienti inattivi: cosa si fa quando una percentuale del tuo database non clicca sui link o addirittura non apre le tue email? Puoi creare un'email specifica per risvegliare l’interesse! Cerca quindi di trovare un argomento particolarmente attraente e fai un'offerta o forniscigli un motivo valido per farlo reagire alle tue comunicazioni.
  • Email per il rinnovo abbonamento: in questo caso, puoi creare una comunicazione ad hoc, ad esempio per incoraggiare l’utente a effettuare il rinnovo di un abbonamento in scadenza online o offline.

Come evitare lo SPAM nell’email marketing

Affinché i tuoi sforzi non siano vani, è importante prendere in considerazione i seguenti suggerimenti per evitare che i tuoi abbonati o le piattaforme di posta elettronica ti contrassegnino come SPAM

A questo proposito puoi contare su alcuni aspetti tecnici: il Sender Policy Framework (SPF) e DKIM (Domain Keys Identified Mail), i quali lavorano per garantire la validità e l'attendibilità tecnica di una email. Entrambe garantiscono che una data email sia stata inviata da sistemi autorizzati a nome del dominio mittente. 

Per approfondire l’argomento visita la nostra guida su 4Dem University.

spam-email

  1. Invia e-mail davvero rilevanti: concentrati sulla comunicazione di ciò che può risolvere i problemi o interessare i tuoi lettori e pensa attentamente alla frequenza degli invii. Se non hai contenuti di qualità, è meglio che non invii nulla.
    In caso contrario, la percezione del tuo database ne risentirà, la qualità delle tue spedizioni diminuirà e inizierai a ricevere disiscrizione per saturazione.
  2. Prova diverse opzioni per trovare quella migliore: realizza campagne con diversi tipi di argomenti, estensioni, contenuti, tempi di consegna e frequenza. Analizza i risultati migliori e concentrati sul miglioramento di ciò che funziona.

NB: non dimenticare mai che è importante curare la presentazione delle tue e-mail: più attenta è la tua ortografia, il modello che usi e la distribuzione di testi e immagini, migliore sarà la percezione dei tuoi iscritti. Infine, non dimenticare di eseguire un invio di prova e rivedere tutto prima di eseguire un invio collettivo!

  1. Evita le spam words nelle email: queste parole vengono lette dai provider come una possibile minaccia all'attività dell'utente e per questo vengono escluse dalla loro casella. Soprattutto, non dovresti utilizzare le spam words all’interno dell'intestazione della tua campagna. Fra queste, ci sono tutte quelle parole che:
  • Promuovono un prodotto o servizio in maniera gratuita, che suggeriscono sconti, che incentivano all'acquisto, che evidenziano i benefici per il destinatario (guadagno extra, grandi profitti).
  • Esprimono esaltazione (meravigliosi, eccezionali, sorprendenti), che creano urgenza (chiama ora, a partire da oggi, cosa stai aspettando?),
    che cercano di fidelizzare (nessun rischio, soddisfazione garantita, nessun costo nascosto).
  • Sono troppo confidenti (hai vinto, sei stato selezionato).

Se vuoi approfondire abbiamo scritto un articolo per inviare email a prova di spam.

3 Esempi di email marketing

Quando sviluppi le tue strategie di email marketing dovrai attivare la tua creatività, occupandoti di tutti i dettagli e mettendoci molta cura. Eccoti qui tre esempi di campagne sviluppate da 4Dem.

1) Email marketing per il turismo: Lonely Planet

Per Lonely Planet 4Dem ha progettato diverse campagne email di lead acquisition in relazione a due iniziative: Vinci Aruba e Best in Travel.

lonely-planet

In Vinci Aruba, la strategia pensata è stata quella di creare una landing page con l’intento di promuovere il concorso promosso, creando diversi contenuti informativi da inviare tramite le newsletter volte a descrivere meglio la meta in gioco.

best-in-travel

In Best in Travel, l’obiettivo della campagna è stato invece quello di incoraggiare l’utente ad approfondire il progetto Lonely Planet attraverso una serie di CTA relative ad una guida all’interno del sito stesso.

La strategia ha previsto un testo ingaggiante per la presentazione del progetto, l’inserimento di descrizioni e immagini suggestive alle quali è stato associato un tag comportamentale per “collezionare” le preferenze degli utenti.

2) Email marketing per l’e-commerce: Dottoressa Reynaldi

dottoressa-reynaldi

A chi non piace ricevere uno sconto sull’acquisto di prodotti benessere 100% naturali? Grazie a 4Dem, Dottoressa Reynaldi — un brand torinese specializzato in cosmesi naturale — si è rivolta ai suoi clienti offrendo loro uno sconto del 10% sull’acquisto di un prodotto cosmetico relativo all’e-commerce.

Lo sviluppo dello shop di Dottoressa Reynaldi tramite WooCommerce ha permesso la facile integrazione con il modulo E-CommercePlus della piattaforma. In pochi istanti gli ordini, i carrelli e tutto il listino prodotti è stato allineato su 4Dem.

Così è stato possibile far confluire le informazioni di vendita nello strumento di profilazione e invio. I carrelli aperti ma non chiusi, i cosiddetti “abbandonati”, sono stati recuperati tramite flussi di automazione intelligente.

Ma oltre ai carrelli sono state costruite campagne profilate partendo dai dati di vendita dello shop in base ai prodotti più venduti, ai clienti più attivi e alle promozioni più profittevoli.

Analizzando i dati di vendita inoltre è stato possibile offrire ai clienti ciò che desideravano senza proporre prodotti e promozioni in modalità generalista.

3) Email marketing per gli eventi: Droidcon

droidcon

Droidcon è l’evento Android più importante in Italia. La sua presenza richiama ogni anno oltre 1000 sviluppatori e fornitori di tecnologia Android. In Italia Droidcon è sbarcato a Torino nel 2014 e da allora l’organizzazione dell’evento è sempre stata affidata a Synesthesia.

Con il supporto di 4Dem, il cliente è riuscito a segmentare gli utenti correttamente e a profilare meglio gli invii, soprattutto grazie ai processi di nurturing suddivisi e dedicati ai partecipanti delle scorse edizioni.

Ma è con il software di marketing automation di 4Dem, che si è riusciti ad automatizzare le email di benvenuto e di registrazione all’evento, offrendo agli invitati contenuti rilevanti anche a distanza di giorni rispetto all’ingresso nel funnel di registrazione.

Come scegliere piattaforma di email marketing corretta

piattaforma-email-marketing

Il primo elemento che dovrai valutare nella scelta della tua piattaforma per l’email marketing è relativo alla serietà e alla validità del contratto che ti viene proposto. Dal momento in cui inizierai a gestire dati sensibili, dovrai assicurarti innanzitutto che l’azienda da cui stai acquistando il servizio newsletter, ti garantisca che le informazioni dei tuoi utenti siano protette da possibili furti e che, soprattutto, rimangano solo tue.

Alcune realtà, infatti, potrebbero offrirti prodotti di alto livello a prezzi vantaggiosi – o nulli – per poi appropriarsi di ciò che hai caricato nella piattaforma per trarre profitto dalla rivendita del database.

Inoltre, è importante che la piattaforma che sceglierai ti permetta di gestire, nel pieno rispetto del GDPR, ogni fase della vita del tuo contatto. Diffida, dunque, da software che non abbiano fra le proprie funzionalità la gestione del double opt-in: la procedura di autenticazione in due fasi ideata per tutelare i consumatori dallo Spam e le aziende da iscrizioni prive di valore e/o possibili procedure legali.

Infine, è importante che la piattaforma che sceglierai abbia una buona reputazione digitale fra i provider di posta elettronica per non rischiare che tu subisca, per le colpe di qualcun altro, dei blocchi ai tuoi invii. Non c’è modo di verificare questa metrica, perciò dovrai affidarti alle esperienze degli utenti che già utilizzano il servizio leggendo le recensioni – meglio se verificate da aziende terze.

Assicurati poi che il software che utilizzi ti garantisca diverse funzionalità.

In 4Dem per esempio, puoi:

  1. profilare gli iscritti tramite tag comportamentali e campi personalizzati;
  2. Realizzare una strategia di sms marketing
  3. accedere e monitorare facilmente le tue statistiche di invio;
  4. creare flussi di automazione sfruttando i processi automatici;
  5. garantire ai tuoi utenti il double opt-in;
  6. Realizzare le tue campagne di email marketing in modo facile e veloce grazie all’editor Drag&Drop Drago;
  7. generare form di contatto per la lead generation e landing page white label;
  8. integrare la piattaforma con altri prodotti o e-commerce;
  9. creare automaticamente codici e QR code;
  10. inviare SMS e reminder ai tuoi iscritti;
  11. generare template responsive in grado di adattarsi su qualsiasi dispositivo.
  12. Creare, modificare e gestire tutti i tuoi media grazie alla Media Library

Se vuoi sapere quali sono i prezzi dell’email marketing, consulta questo articolo di 4Dem.

prezzi-email-marketing

Perché fare email marketing italiano

Se stai cercando un software di email marketing, sicuro e protetto, potresti cominciare questo percorso scegliendo 4Dem, la piattaforma per l’email e SMS Marketing 100% italiana.

Con 4Dem, avrai a disposizione tutte le funzionalità necessarie per realizzare una strategia di email marketing. Infatti, grazie a un Customer Success Service di proprietà completamente in italiano, alle guide aggiornate presenti in 4Dem University, ai Webinar, agli e-book e a molto altro ancora, sarai sicuro di aver scelto uno strumento efficace e performante con cui far crescere il tuo business online. 

E, ovviamente, con 4Dem avrai sempre la garanzia di un contratto chiaro e consultabile on-line in qualunque momento!

Contattaci su 4Dem.it 

La Redazione di 4Dem

La Redazione 4Dem si impegna ogni giorno nel creare contenuti di valore per i lettori. Che tu sia alle prime armi o un Marketers navigato, troverai negli articoli tante risposte utili!
Cattura. Coinvolgi. Converti
Prova subito 4Dem e fai decollare il tuo business!
ATTIVA GRATIS
Ti piacciono i nostri articoli?
Non perdere neanche un post: ricevi gratis gli aggiornamenti su Email ed SMS Marketing, Lead generation e digital marketing!
Ti abbiamo incuriosito? Prova la piattaforma!

L’account freemium è gratis per sempre!