Skip links

Come creare una newsletter per il 2025? 3 strategie efficaci

Vi sentite un po’ spaesati quando si tratta di creare una newsletter? Non temete, abbiamo realizzato per voi questa guida che vi aiuterà passo dopo passo, dalla definizione dell’obiettivo, alla scelta del software per inviare newsletter più adatto, fino alla creazione vera e propria. 

Pronti? Cominciamo!

Che cos’è una newsletter e a cosa serve?

Innanzitutto sapete che cos’è una newsletter? Una newsletter è molto più di una semplice email: è un potente strumento di comunicazione, una connessione personale con i vostri clienti e un canale privilegiato per condividere storie, novità e offerte esclusive. Vi permette di mantenere vivo l’interesse del vostro pubblico, nutrire relazioni e, soprattutto, costruire fiducia.

Come creare una newsletter nel 2025?

Quando si tratta di inviare comunicazioni efficaci tramite email, è importante seguire una strategia ben definita. Questo significa avere chiari obiettivi e un piano d’azione mirato. Ecco perché abbiamo pensato ad alcuni passaggi strategici che vi permetteranno di raggiungere risultati specifici, coinvolgere il vostro pubblico in modo significativo e ottimizzare il lavoro. 

I 3 step fondamentali per creare una newsletter sono:

  1. Pianificare obiettivo e strategia
  2. Scegliere il software per inviare newsletter
  3. Realizzare la newsletter

1. Pianificare obiettivo e strategia

Prima di iniziare a creare la vostra newsletter, è fondamentale pianificare l’obiettivo della campagna e la strategia da seguire

Creare un piano d’azione aiuta a garantire che tutti gli sforzi siano allineati verso un fine specifico, migliorando l’efficacia della vostra campagna. 

Le domande che potete porvi per cominciare a strutturare una strategia sono:

  • Qual è lo scopo della newsletter? Promuovere prodotti, informare i clienti, o costruire una comunità?
  • Chi è il pubblico target? Cosa gli interessa?
  • Quanto spesso inviare la newsletter? Settimanale, mensile, ecc…

In questo modo sarà possibile chiarire gli intenti del vostro progetto e focalizzare l’attenzione sull’obiettivo. Ma, quale potrebbe essere?

Esistono tre principali obiettivi che potete perseguire con una newsletter: brand awareness, lead nurturing e conversion.

Brand awareness significa aumentare la conoscenza e la visibilità del vostro marchio tra il pubblico. L’obiettivo è far sì che le persone riconoscano e ricordino il vostro brand. Per raggiungere questo scopo, la vostra newsletter potrebbe includere contenuti come:

  • Storie aziendali
  • Articoli sul settore
  • Aggiornamenti su nuovi prodotti o servizi
  • Testimonianze di clienti

 

Lead nurturing consiste nel coltivare i contatti (lead) che avete acquisito, fornendo loro contenuti rilevanti e utili per guidarli attraverso il funnel di vendita. L’obiettivo è mantenere il contatto con i potenziali clienti e nutrire il loro interesse fino a quando non sono pronti ad effettuare un acquisto. Le strategie di lead nurturing possono includere:

  • Invio di articoli educativi
  • Case study
  • Webinar e eventi
  • Offerte speciali e demo di prodotti

 

Conversion significa trasformare i lead o i lettori della newsletter in clienti effettivi. Questo obiettivo è spesso misurato attraverso le vendite dirette, le iscrizioni a servizi o altre azioni concrete che contribuiscono ai profitti dell’azienda. Le tecniche per aumentare le conversioni includono:

  • Promozioni esclusive
  • Call to action forti e chiare
  • Recensioni e testimonianze
  • Offerte limitate nel tempo

Una volta chiarito lo scopo della vostra campagna, potete passare alla fase successiva che riguarda la scelta del software per creare newsletter più adatto. 

Se volete approfondire il metodo per elaborare una strategia potete consultare l’articolo: Strategia digitale, come fissare gli obiettivi e come misurarli.

2. Scegliere il Software per inviare Newsletter

Arrivati a questo punto è importante scegliere il giusto programma di creazione e gestione newsletter adatto alle vostre esigenze e competenze iniziali. Ecco alcuni criteri da considerare:

  • Facilità d’uso: il software dovrebbe essere intuitivo e facile da usare.
  • Funzionalità: assicuratevi che offra tutte le funzionalità di cui avete bisogno, come modelli personalizzabili, automazioni, e strumenti di analisi.
  • Prezzo: considerate il vostro budget e confrontate i prezzi, solitamente ci sono diversi piani free possono adattarsi alle vostre esigenze.
  • Supporto tecnico: verificate che sia disponibile un buon servizio di assistenza clienti.
  • Integrazioni: il software dovrebbe integrarsi bene con altre piattaforme che utilizzate, come il vostro sito web o i social media.
  • GDPR compliance: il software deve necessariamente attenersi a specifiche regole che riguardano la privacy degli utenti.

Il software per invio newsletter che rispecchia tutte queste caratteristiche è sicuramente 4DEM. 

3. Creare la Newsletter

Per costruire una newsletter è necessario creare un account sul programma per newsletter scelto, nel nostro caso 4DEM, e creare una prima campagna. 

Come primo passo è importante dare un nome al nostro progetto per renderlo riconoscibile in futuro. 

 

Come potete notare nell’immagine sottostante, nella campagna è fondamentale impostare un mittente (la persona che scrive l’email) e i destinatari (colore che la ricevono). 

Per cominciare ad inviare le email è necessaria una lista contatti che si potrà inserire proprio in questa fase. 

 

Dove aver compilato questa parte più “burocratica”, inizia il vero divertimento!

Ora dovete scrivere l’oggetto della vostra email e creare il contenuto, facendo attenzione ad alcuni dettagli.

 

Una newsletter ben strutturata dovrebbe includere i seguenti elementi:

  • Intestazione: include il logo della vostra azienda e il titolo della newsletter.
  • Introduzione: un breve paragrafo che cattura l’attenzione del lettore e introduce il contenuto principale.
  • Contenuto principale: il corpo della newsletter dove inserirete articoli, notizie, promozioni, ecc.
  • Immagini: utilizzate immagini di alta qualità per attirare l’attenzione.
  • Call to Action (CTA): inviti all’azione chiari e visibili, come “Scopri di più”, “Acquista ora”, “Iscriviti”, ecc.
  • Footer: informazioni di contatto, link ai social media e opzioni per annullare l’iscrizione.

 

Non dimenticate che la semplicità e la coerenza con la vostra immagine di brand sono la chiave per mantenere alto l’interesse verso i vostri contenuti e assicurarsi la riconoscibilità tra le tante email che arrivano ogni giorno. Quindi attenzione a font e colori

Se volete maggiori informazioni potete leggere l’articolo Brand Identity: cos’è e come migliorarla con l’email marketing.

Per quanto riguarda il contenuto, che è il cuore della vostra newsletter, ci sono alcune tips da non trascurare per migliorare il coinvolgimento del vostro pubblico

  • Utilizzate titoli accattivanti che catturino l’attenzione e invoglino a leggere di più.
  • Offrite informazioni utili e interessanti per il vostro pubblico, date consigli e contenuti informativi di qualità.
  • Personalizzate la newsletter con il nome del destinatario o parlando di argomenti sulla base dei loro interessi.

Test e Invio

Prima di inviare la vostra newsletter, è fondamentale assicurarsi che non ci siano errori grammaticali e ortografici che potrebbero compromettere la vostra credibilità e l’immagine del vostro brand. Un testo privo di errori trasmette professionalità e cura verso i vostri lettori. 

Inoltre, è consigliabile inviare un’anteprima dell’email al proprio indirizzo per accertarsi della corretta visualizzazione del testo su diversi dispositivi e client di posta. 

Questo passaggio vi aiuterà a garantire che la vostra newsletter sia presentata nel modo migliore possibile, indipendentemente dal dispositivo o dal programma di posta utilizzato dal vostro pubblico.

Infine, è importante verificare che l’email sia strutturata correttamente per evitare che venga classificata come spam! Un’attenta revisione del contenuto, l’uso di parole appropriate e il rispetto delle linee guida di invio possono fare la differenza nel garantire che la vostra newsletter raggiunga la casella di posta principale dei destinatari.

Per indagare l’argomento e prevenire questo problema potete leggere l’articolo: Cosa vuol dire spam e come evitarlo nelle campagne email

Ultimata questa parte siete pronti per inviare o programmare la vostra newsletter!

Conclusione

Creare una newsletter efficace richiede un mix equilibrato di pianificazione, creatività e attenzione ai dettagli. È un processo che va affrontato con cura e dedizione. Con un po ‘ di pazienza e seguendo attentamente tutti i passaggi, sarete in grado di costruire una newsletter che catturi l’attenzione del vostro pubblico e generi risultati tangibili per il vostro business.

La Redazione Di 4DEM

La Redazione 4Dem si impegna ogni giorno nel creare contenuti di valore per i lettori. Che tu sia alle prime armi o un Marketers navigato, troverai negli articoli tante risposte utili!

Prova subito 4DEM e fai decollare il tuo business!

Attiva un account di prova per iniziare a fare grandi cose!

Inizia ora. È gratis! Parla con un esperto