fbpx

Come aumentare la branding awareness con l'Email Marketing

  • Email Marketing
  • 23 Gennaio 2019
  • Andrea Riccardi

Che cos'è la branding awareness? Come può l'Email Marketing aiutarla a crescere? Perché la notorietà di un brand è così importante?

Sempre più spesso si sente parlare di branding awareness. Un’espressione che si riferisce alla notorietà del brand e che viene utilizzata per indicare la misura in cui il pubblico è in grado di riconoscere e distinguere una marca. Non è solo una questione di immagine coordinata o di capillarità distributiva. Sul branding awareness influisce anche la capacità del marchio di trasferire al pubblico di riferimento i valori che lo contraddistinguono.

Il chewing gum Air Action Vigorsol è conosciuto in tutto il mondo per la sua capacità di regalare una piacevole sensazione di freschezza. La radice del nome Vigorsol richiama alla mente sia l’intensità della menta sia il concetto di forza e di coraggio: queste gomme da masticare riescono talmente bene nel loro compito da poter lasciare – letteralmente — di ghiaccio anche il più temibile degli avversari. Tuttavia, grazie a una comunicazione mirata e alla scelta di un supereroe improbabile, la Perfetti Van Malle è riuscita non solo a comunicare la qualità dei propri prodotti, ma anche a trasferire al target di riferimento il valore dell’autoironia e fare della comicità, della simpatia e del divertimento delle portentose leve di marketing. Ecco, questo è un esempio delle enormi potenzialità del branding awareness.

Il branding awareness è un elemento decisivo per qualsiasi strategia di comunicazione: più un marchio è conosciuto, maggiore è la sua capacità di influenzare il processo decisionale del pubblico.

Il branding awareness e l’Email Marketing

L’Email Marketing è uno dei canali più indicati per aumentare la consapevolezza del brand. E non solo perché la casella di posta è utilizzata più volte al giorno. Forti del ROI elevato (+125%), le campagne email sono perfette per creare un rapporto diretto con i propri contatti e per fidelizzare i clienti.

Attraverso le attività di Email Marketing è possibile creare interesse nei destinatari, tenere i propri contatti aggiornati con contenuti di valore (nurturing) e incentivare all’acquisto i potenziali clienti.

Tuttavia, perché l’Email Marketing possa aumentare davvero la branding awareness è necessario che siano rispettate almeno due avvertenze.

Aumentare la branding awareness con l’Email Marketing: consigli per l'uso

Per aumentare la branding awareness con l’Email Marketing:

1. Pratica il Permission Marketing
La situazione idilliaca è quella in cui invii la tua email a una lista di contatti che si sono iscritti volontariamente alla tua mailing list: i tuoi destinatari si aspettano di ricevere un tuo messaggio e si lasceranno coinvolgere più facilmente dai tuoi contenuti. Tuttavia, spesso può succedere di dover inviare un’email a freddo, ovvero di dover scrivere a dei potenziali clienti che non ti hanno autorizzato a contattarli. Se vuoi aumentare la branding awareness, crea un’email di primo contatto a regola d’arte: non cercare di vendere qualcosa alla tua mailing list, non subito per lo meno; piuttosto scrivi un testo di poche righe in cui spieghi il motivo del contatto e chiedi il permesso di fornire maggiori informazioni. Statistiche alla mano, il Permission Marketing contribuisce ad aumentare i tassi di apertura, a incrementare le conversioni e a migliorare la brand reputation.

2. Eleva la coerenza a parola d’ordine
Seth Godin scrive che il permesso è fragile e prezioso e che, in quanto tale, non bisogna abusarne. Questo vale anche quando ti appresti a inviare un’email informativa o a pubblicizzare un prodotto all’ultimo grido.
Coerenza significa rispettare i valori del brand e mantenere costante nel tempo il tono di voce. Ma anche allineare le pagine di destinazione alle email. È importante che i tuoi contatti ritrovino sulla tua landing page o sul tuo sito internet la promessa che hai espresso nel corpo dell’email, che il logo presente nelle tue newsletter sia aggiornato e che il tuo template abbia dei tratti distintivi facilmente riconoscibili.

Andrea Riccardi

Classe 1985, racconto le imprese dal 2012. Da qualche anno, mi occupo di SEO e Search Marketing. Quando non lavoro, gioco a curling, ma questa è un'altra storia.
Cattura. Coinvolgi. Converti
Prova subito 4Dem e fai decollare il tuo business!
ATTIVA GRATIS
Ti piacciono i nostri articoli?
Non perdere neanche un post: ricevi gratis gli aggiornamenti su Email ed SMS Marketing, Lead generation e digital marketing!
Ti abbiamo incuriosito? Prova la piattaforma!

L’account freemium è gratis per sempre!